Per ottenere buone grigliate si deve seguire un iter irrinunciabile. Andiamo subito al sodo e vediamo i passaggi principali per un barbecue perfetto.

1. scaldare per bene la griglia;

2. ungere l’alimento con olio, burro o strutto e spennellare la griglia (eviterà che il cibo vi si attacchi);

3. mettere l’alimento sulla griglia ben calda, anzi caldissima: la cottura dovrebbe avvenire nel minor tempo possibile, su di un calore persistente e uniforme;

4. evitare di perforare i cibi coi rebbi della forchetta nel rigirarli (si provocherebbero perdite di sostanze nutritive e di succhi atti a mantenere morbida la pietanza);

5. aggiungere il sale solo a fine cottura o quando l’alimento sarà stato girato;

6. aggiungere rosmarino, salvia, ginepro o altri vegetali aromatici alla brace, per profumare particolarmente le vivande.

 

I tempi di cottura, naturalmente, variano a seconda della natura, della consistenza e del volume dell’alimento da cuocere. In genere una fetta di manzo di un etto e mezzo sarà cotta al sangue dopo 3 minuti (per parte); ma se la si preferisce cotta del tutto, si potrà giungere ai 7 minuti per parte. Una bistecca di 2-300 g va cotta 5 minuti per lato; un hamburger, dai 5 ai 7 minuti (meno o più cotto); mentre per un pezzo intero di carne, occorrerà calcolare 20 minuti per ogni kg di peso (le carni bianche richiedono qualche minuto in più).

E tu, quali passaggi ritieni fondamentali per preparare una grigliata perfetta?